Agriturismo in Chianti

Se siete arrivati in questa pagina probabilmente siette alla ricerca di idee per fare agriturismo in Chianti. Conosco questo territorio da tantissimo e ci ho abitato per molti anni. Ho visto fiorire il settore dell’ agriturismo in chianti, il periodo degli anni ’90, quando sembrava che il settore turistico (e in particolar modo dell’agriturismo) in Chianti potesse avere una esplosione senza fine in questo territorio. E quindi cercherò di darvi ottime dritte per il vostro soggiorno in un agriturismo in Chianti ma anche nei numerosi ostelli in Toscana che rappresentano una soluzione ottimale in termini di costi e comodità per visitare una delle regioni più belle della penisola italiana.

 
Fra l’altro io mi occupo professionalmente di internet, promozione del turismo e comunicazione, quindi per me girare, vedere esercizi commerciali (e sopratutto vedere come trattano i clienti) è sempre un divertimento e una continua formazione professionale. Voi non avete idea di quanti gestori di attività turistiche siano impreparati a “comunicare” il luogo che rappresentano ai loro clienti.  D’altra parte uno dei talloni d’achille del nostro settore turistico (e non solo quello) è la carenza di buona ed efficace formazione. Formazione nella ricezione, nella gestione e soprattutto nella comunicazione e marketing della struttura commerciale. Da qualche anno l’agriturismo in chianti è investito da una flessione; non è scontato che queste strutture in estate abbiano il “pieno”, in pratica tutte le stanze premotate. Se una parte di questa flessione si può imputare alla stagnazione economica (per non chiamarla crisi nera!) che ha colpito non solo l’Italia ma tutti i paesi europei, dall’altra parte bisogna notare come altre zone della Toscana siano venute fuori, alla ribalta; zone fino a pochi anni fa un po’ in disparte dai flussi turistici come la Garfagnana e il Mugello. Negli ultimi anni queste zone sono state “riscoperte” e valorizzate e non è raro sentir dire ai turisti “questa zona non ha niente da invidiare al chianti”. In queste aree sono nate molte strutture turistiche e questo ha creato un po’ di flessione nell’ agriturismo in Chianti.

Ritornando alla prenotazione della vostra vacanza in agriturismo nel Chianti vogliamo darvi delle dritte concrete:

Utilizzate innanzitutto i social media ( tipo Trip Advisor)  per avere maggiori informazioni e dritte sulle strutture agrituristiche in chianti visitate dai navigatori. Soprattutto andate a vedere i commenti di chi ha soggiornato nella struttura. Chiaramente dovrete prendere tutto con le dovute accortezze. Spesso si riesce a capire che a tessere le lodi della struttura è qualcuno interessato (li potete riconoscere dal tono di enfasi “senza però cuore”, passione, entusiasmo vero. Poi ci sono i commenti vendicativi, quelli che magari hanno subito un torno e tramite quel commento negativo alla struttura cercano di denigrare il più possibile la struttura agrituristica. Quindi cercate di essere scafati nella lettura dei commenti!

Utilizzate il mitico booking.com per vedere se qualche agriturismo in chianti intelligentemente lo utilizza per cercare di avere sempre il pieno. Potreste davvero riuscire a fare buoni affari!

Siate curiosi e una volta individuata la struttura agrituristica che vi interessa verificatene la collocazione geografica con Google Maps. E’ uno strumento incredibile per capire dove è posizionata la vostra struttura turistica e come potete organizzarvi per la visita alle città vicine. Anche un buon navigatore non guasta!

In fondo alla pagina abbiamo inserito unvideo davverobello sull’ Agriturismo in chianti, di una famiglia appassionata che ha costruito con amore e passione un’ambiente straordinario, così da farvi venire l’acquolina in bocca.

Non ci resta che augurarvi un buon soggiorno in una delle zone più belle e conosciute nel mondo.